UTILIZZO DEI COOKIES

Facciamo uso di Google Analytics per monitorare il numero delle visite al nostro sito ed il comportamento dei visitatori durante la navigazione.

Per garantire la tua privacy, utilizziamo l’anonimizzazione del tuo indirizzo IP, la creazione di uno UserID variabile ed impediamo che Analytics salvi dei cookie all’interno del tuo browser.

Nessuna pagina dei nostri siti nella quale vengano richiesti i tuoi dati personali viene fatta scandagliare da Google Analytics.

Nessun altro prodotto di Google è collegato ai dati raccolti da Analytics.

All’interno del nostro sito non facciamo uso di nessun altro strumento di terzi che potrebbe profilare i visitatori, e non incorporiamo alcun legame con i social network.

Utilizziamo un singolo cookie al solo scopo di non presentarti ogni volta l’informativa sull’uso dei cookie.

Argomento:     

03.07.2012 - Intolleranza al glutine e sensibilità al glutine sono disturbi totalmente diversi

L'intolleranza al glutine e la sensibilità al glutine (Gluten Sensitivity) sono due cose diverse.

Lo affermano il prof. Alessio Fasano e gli altri scienziati dell'University of Maryland School of Medicine's Center for Celiac Reserch (lo stesso centro che nel 2000 ha sviluppato lo specifico test del sangue per identificare la celiachia).

La ricerca è stata pubblicata il 14 marzo 2011 su BMC Medicine.

ImmagineLa Gluten Sensitivity (GS) e la celiachia sono parti di una gamma di disordini legati al glutine in cui "ad un estremo" - spiega il prof. Fasano - "ci sono i celiaci e all'altro, ci sono le persone che possono mangiare pizza, birra, pasta e biscotti. Al centro, c'è questa indistinta area di reazioni al glutine note come sensibilità al glutine".

La GS non è associata ai gravi effetti della celiachia anche se alcuni dei suoi sintomi possono essere simili. Le persone sensibili al glutine presentano, infatti, uno o più dei seguenti disturbi:

  • gastrointestinali (meteorismo, dolori addominali, diarrea o stipsi o alvo alterno);
  • extraintestinali (sonnolenza, difficoltà di concentrazione, annebbiamento mentale, cefalea, artromialgie, parestesie degli arti, rash cutanei tipo eczema, depressione, anemia, stanchezza cronica ed altri ancora).

Come si è detto, le persone affette da GS reagiscono manifestando alcuni sintomi comuni nei celiaci, ma a differenza di questi ultimi:

  • gli esami del sangue per la celiachia sono negativi;
  • non si riscontrano i tipici danni all'intestino tenue.

L'unica alterazione immunologica che è possibile individuare nei pazienti con sensibilità al glutine è la positività per anticorpi antigliadina di prima generazione (positivi nel 40-50% dei pazienti GS).

È stato, inoltre, dimostrato che un sottogruppo di pazienti schizofrenici e bambini con autismo può essere affetto da sensibilità al glutine.

Secondo le stime della ricerca condotta dal Center for Celiac Research il 6% della popolazione USA, cioè circa 18 milioni di persone, è affetto da GS.

Fonte: http://www.tempista.it/forum/post.asp?id_discussione=31