UTILIZZO DEI COOKIES

Al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare, questo Sito fa uso di cookies.

Pertanto, quando si visita il Sito, viene inserita una quantità minima di informazioni nel dispositivo dell'Utente, come piccoli file di testo chiamati "cookie", che vengono salvati nella directory del browser Web dell'Utente.

Esistono diversi tipi di cookie, ma sostanzialmente lo scopo principale di un cookie è quello di far funzionare più efficacemente il Sito e di abilitarne determinate funzionalità.

Questo sito non fa uso di cookies per scopi pubblicitari o di profilazione dell'utenza, bensì utilizza soltanto cookies di tipo tecnico.

I cookie tecnici sono utilizzati per migliorare la navigazione globale dell'Utente. In particolare:

  • misurano l'utilizzo dei servizi da parte degli Utenti, per ottimizzare l'esperienza di navigazione e i servizi stessi;
  • sono necessari per il corretto funzionamento di alcune aree del sito;
  • comprendono sia cookie persistenti che cookie di sessione.

In assenza di tali cookie, il sito o alcune porzioni di esso potrebbero non funzionare correttamente. Pertanto, vengono sempre utilizzati, indipendentemente dalle preferenze dall'utente. I cookie tecnici vengono sempre inviati dal dominio.

Il Titolare non è tenuto a richiedere il consenso dell'utente per i cookie tecnici, poiché questi sono strettamente necessari per la fornitura del servizio.

Argomento:     

07.09.2015 - Contro i tumori: i preparati omotossicologici stimolano le cellule “natural killer”

Immagine

I preparati omotossicologici – farmaci naturali atti a stimolare i meccanismi di guarigione propri dell’organismo, incrementandone la risposta immunitaria –sono stati oggetto di un nuovo studio pubblicato di recente sulla rivista scientifica indicizzata Cell Biochemistry and Function.

Studio in cui si dimostra come cinque farmaci omotossicologici si siano dimostrati efficaci nello stimolare l’azione delle cosiddette cellule “natural killer” (o NKCs) in pazienti oncologici in stadio avanzato.

Le Natural Killer Cells sono importanti cellule del sistema immunitario. Svolgono un ruolo cruciale nella difesa contro le cellule tumorali, che sono in grado di riconoscere e – come suggerisce il nome stesso – neutralizzare: una premessa importante al fine di fermare la crescita e lo sviluppo ulteriore del tumore.

La studio è stato condotto da un team di ricercatori greci, sia in vitro che in vivo. Gli scienziati hanno esaminato gli effetti sull’attività funzionale delle NKCs di cinque farmaci omotossicologici: Coenzyme Compositum, Ubichinon Compositum, Glyoxal Compositum, Katalysatoren e Traumeel (in Italia: Arnica Comp. Heel).

La parte di studi “in vitro”, eseguita per la valutazione dell’attività citotossica delle cellule NK, sono stati eseguiti sul sangue di 12 volontari sani, ambosessi e con un età media di circa 44 anni.

Gli studi “in vivo” sono invece stati condotti su un campione di 15 pazienti – di cui 6 uomini e 9 donne – con un età media di circa 55 anni, affetti da diversi tipi tumori in stadio avanzato.

Per un periodo di 3 mesi sono stati trattati con i farmaci omotossicologici. Durante questo lasso di tempo ai pazienti non è stato somministrato alcun altro farmaco.

Per quanto se ne sappia, questo è il primo studio condotto sugli effetti dell’omotossicologia su pazienti con tumori solidi. Ed è anche il primo a dimostrare che i citati preparati omotossicologici complessi possono essere utilizzati come trattamento di supporto alle terapie tradizionali in pazienti con tumore in stadio avanzato, aiutando l’organismo a migliorare la qualità della vita durante le terapie e incrementare l’efficacia.

Sull’importanza di questo studio è intervenuto anche il prof. Paolo Roberti di Sarsina, Medico ed esperto in Medicine Non Convenzionali del Consiglio Superiore di Sanità, il quale ha dichiarato che: «Per la prima volta una rivista indicizzata come Cell Biochemistry and Function ha valutato gli effetti di rimedi omotossicologici, nello specifico i cinque medicinali Coenzyme Compositum, Ubichinon Compositum, Glyoxal Compositum, Katalysatoren e Traumeel, sull’attività delle cosiddette Natural Killer Cells di malati oncologici in fase avanzata. E’ emerso che i cinque medicinali omotossicologici hanno incrementato la capacità citotossica delle cellule NK, permettendo quindi un’azione più efficace nel contrasto della diffusione della patologia tumorale. La conclusione degli autori della ricerca è che questi medicinali omotosssicologici possono essere usati come immunoterapia coadiuvante nei malati oncologici in fase avanzata, e questa è certamente una novità d’interesse per il mondo medico e scientifico».

Fonte: http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1002/cbf.2960/abstract?systemMessage=Wiley+Online+Library+will+be+disrupted+on+23+February+from+10%3A00-12%3A00+BST+%2805%3A00-07%3A00+EDT%29+for+essential+maintenance