UTILIZZO DEI COOKIES

Al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare, questo Sito fa uso di cookies.

Pertanto, quando si visita il Sito, viene inserita una quantità minima di informazioni nel dispositivo dell'Utente, come piccoli file di testo chiamati "cookie", che vengono salvati nella directory del browser Web dell'Utente.

Esistono diversi tipi di cookie, ma sostanzialmente lo scopo principale di un cookie è quello di far funzionare più efficacemente il Sito e di abilitarne determinate funzionalità.

Questo sito non fa uso di cookies per scopi pubblicitari o di profilazione dell'utenza, bensì utilizza soltanto cookies di tipo tecnico.

I cookie tecnici sono utilizzati per migliorare la navigazione globale dell'Utente. In particolare:

  • misurano l'utilizzo dei servizi da parte degli Utenti, per ottimizzare l'esperienza di navigazione e i servizi stessi;
  • sono necessari per il corretto funzionamento di alcune aree del sito;
  • comprendono sia cookie persistenti che cookie di sessione.

In assenza di tali cookie, il sito o alcune porzioni di esso potrebbero non funzionare correttamente. Pertanto, vengono sempre utilizzati, indipendentemente dalle preferenze dall'utente. I cookie tecnici vengono sempre inviati dal dominio.

Il Titolare non è tenuto a richiedere il consenso dell'utente per i cookie tecnici, poiché questi sono strettamente necessari per la fornitura del servizio.

Chi sono

Essere spettatore delle malattie dei miei pazienti, potendo fare sostanzialmente poco per aiutarli efficacemente, era una condizione che mi mortificava non poco, facendomi sentire inutile ed in conflitto con gli ideali che mi avevano spinto a studiare Medicina.

Quando dico “aiutarli efficacemente”, mi riferisco al fatto che ben presto mi accorsi che i medicinali che prescrivevo riuscivano, al più, a tamponare i sintomi per qualche tempo, i quali si ripresentavano inesorabili, come prima o peggio, a sottolineare che la strada terapeutica percorsa non era quella giusta.

Non avevo i “mezzi adeguati” a fronteggiare i risultati delle indagini strumentali e biochimiche che prescrivevo e mi limitavo a consigliare l'assunzione di ANTI per ogni cosa: antidolorifici, antibiotici, antinfiammatori, antipiretici, antipertensivi, antidepressivi... Al contempo, non riuscivo a smettere di chiedermi: possibile che sia solo questa la strada percorribile?

ImmagineNel 1989 cominciai il mio percorso formativo sulle medicine non convenzionali con un triennio sull'Agopuntura e la Medicina Tradizionale Cinese: fu una vera folgorazione!

Per la prima volta mi veniva presentata la medicina come un intervento globale sulla persona e non più come un approccio settorializzato solo in base all'organo o sistema malato da trattare.

Per la prima volta mi veniva sottolineato il ruolo centrale del malato e non la malattia.

Questa visione, cosiddetta olistica (dal grego holos = totale, intero), fu per me una vera scoperta, una rivoluzione che mi spinse ad approfondire sempre di più, la mia formazione “non convenzionale” cercando sempre di coniugarla con quella scientifico-convenzionale degli esordi.

La strada percorsa è stata ed è, tuttora, in forte salita perché la medicina ufficiale ti “plagia” fin dall’inizio, inducendoti a pensare, scegliere ed agire secondo i propri standard (che purtroppo sono stabiliti dalle multinazionali del farmaco) e non accetta dissensi, confronti, defezioni. Coloro che non si adeguano alle sue teorie e tecniche, cercando risposte nei percorsi medici alternativi, finiscono con l'essere emarginati, denigrati e duramente attaccati. Anch'io ho vissuto in prima persona tutto questo e più venivo contrastato, più comprendevo di aver intrapreso la strada giusta.

Fortunatamente le conferme non hanno tardato molto ad arrivare. Il numero dei pazienti che si rivolgeva a me, dopo aver percorso invano tutte le strade ufficiali possibili, cresceva di giorno in giorno, a dimostrazione del fatto che la scienza, quella vera, non è una religione, non impone dogmi e non scaglia anatemi: è semplicemente un metodo per cercare di interpretare ciò che accade in nell'organismo umano che, tutt'oggi, rappresenta la macchina più sofisticata e perfetta che conosciamo.

La scissione tra medicina ufficiale e medicina alternativa mi risulta abbastanza penosa da accettare, poiché sono fermamente convinto del fatto che la medicina è una sola, da secoli, ovvero l'arte di restituire il benessere alle persone che si rivolgono al medico che consiglia, di volta in volta, i rimedi ritenuti più opportuni in ogni singolo caso, “secondo scienza e coscienza”.

Chi decide cosa è scientifico e ciò che non lo è? E, soprattutto, in base a quali parametri? Chi può permettersi di condizionare la coscienza di un altro, inducendolo a compromessi? Chi stabilisce le regole della medicina? Quali sono i veri elementi in base ai quali la scienza medica si definisce tale? Quanto conta la salute delle persone come fine ultimo ed esclusivo della sanità?

“E' difficile far capire qualcosa a un uomo il cui stipendio dipende dal fatto che non la capisca...” Upton Siclair ne' “La storia segreta della guerra al cancro” - Devra Davis, anno 2007.

Immagine

Curriculum Vitae

FORMAZIONE

Anno 2017

Terzo anno del corso triennale avanzato di Neuralterapia secondo Huneke presso la S.I.M.F. Società Italiana Medicina Funzionale

Anno 2016

Secondo anno del corso triennale avanzato di Neuralterapia secondo Huneke presso la S.I.M.F. Società Italiana Medicina Funzionale

Anno 2015

Primo anno del corso triennale avanzato di Neuralterapia secondo Huneke presso la S.I.M.F. Società Italiana Medicina Funzionale

Anno 2014

Corso pratico di Neuralterapia secondo Huneke presso la S.I.M.F. Società Italiana Medicina Funzionale

Anno 2008

Corso di perfezionamento in PNEI - PsicoNeuroEndocrinoImmunologia presso l'A.I.O.T. Associazione Medica Italiana di Omotossicologia

Anni 2000 - 2001

Corso di formazione e perfezionamento in Omeopatia e Bioterapie Mediche presso l'Associazione Italiana di Medicina Funzionale

Anni 1999 - 2000

Corso di Nosodoterapia Integrata presso il Nobile Collegio Omeopatico

Anni 1997 - 1998

Corso sulle teorie e le tecniche della Microscopia in Campo Oscuro presso l’Associazione di Ricerca in Campo Oscuro - A.R.C.O. di Firenze di cui ho fatto parte in qualità di socio e ricercatore fino al 2000

Corso di Fitoterapia applicata alla Microscopia in Campo Oscuro presso l’Associazione di Ricerca in Campo Oscuro - A.R.C.O. di Firenze

Anni 1996 - 1997

Corso di Omotossicologia e Kinesiologia presso il Nobile Collegio Omeopatico

Anno 1996

Corso sulla N.E.I. - Integrazione Neuro Emozionale del Dott. Roy Martina presso l’A.R.T.I. Accademia per la Ricerca e le Terapie Integrate di Napoli

Anni 1995 - 1996

Corso di Chimiopuntura Applicata presso il Centro Studi Hippocrates di Viareggio (LU)

Anni 1995 - 1996

Corso di Medicina Nutrizionale Bioenergetica presso il Centro Studi Hippocrates di Viareggio (LU)

Anni 1994 - 1995

Corso di Omotossicologia presso il Nobile Collegio Omeopatico

Anni 1989 - 1992

Corso Triennale di Agopuntura presso l'A.I.A. - Associazione Italiana di Agopuntura

Anno 1988

Laurea in Medicina e Chirurgia conseguita presso l’Università di Pisa

INTERVENTI IN SEDI CONGRESSUALI E PUBBLICAZIONI

Maggio 2011 relatore al 2° convegno nazionale sulla Neurobiologia dell’Autismo di Teramo, con la relazione: “Aspetti virologici dell’autismo”

Aprile 2008 pubblicazione articolo: "Breve storia della Ciclogenia Batterica (endobiosi o parassitismo del sangue)" sulla rivista “Le medicine integrate” – Edizioni Promo Pharma S.r.l. RSM – anno 2008 n. 1

Novembre 2007 relatore al ciclo di conferenze: “Le sere d’autunno all’ospitalità del mare” organizzato dal Comune di Levanto (SP), con la relazione: “Divina omeopatia: fatti e misfatti contro”

Giugno 2007 relatore al 2° convegno nazionale di Bioarchitettura e Geobiologia a Villa Marigola di Lerici (SP), con la relazione: “Ricerca medica nel settore delle variazioni biofisiche indotte dalle interazioni con l’ambiente”

Maggio 2007 relatore alla Fiera EnergEthica di Genova durante il seminario: “Architettura e Geobiologia: discipline a confronto ed esempi applicativi”, con la relazione: “Le interazioni biofisiche”

Novembre 2006 relatore al Convegno di Formazione ed Aggiornamento Professionale sugli: “Acidi grassi essenziali: le catene della vita” organizzato dall’Ordine Nazionale dei Biologi presso la Facoltà Teologica Italia Settentrionale di Milano, con la relazione: “L’importanza degli acidi grassi essenziali nella fisiologia umana ed implicazioni patologiche dell’alterazione del loro metabolismo”

Giugno 1998 relatore al Congresso Nazionale di Medicine Integrate: “La medicina biologica alla porte del terzo millennio” di Taranto, con la relazione: “Odontoiatria naturale”

Gennaio 1994 relatore al Congresso di Agopuntura e Tecniche Riflessoterapiche in Medicina Psicosomatica organizzato dall’A.M.I.A. presso l’Università di Bologna - Dipartimento di Psicologia, con la relazione: “Trattamento alternativo della rettocolite ulcerosa mediante agopuntura e fitoterapia”

Dicembre 1993 pubblicazione articolo: “Trattamento alternativo della rettocolite ulcerosa mediante agopuntura e fitoterapia” sul Giornale Italiano di Riflessoterapia, Agopuntura e Auricoloterapia n. 2 anno 5°. Edizioni Libreria Cortina di Torino, ISSN 1120 - 3560